Dott. Emanuele Cananzi
benvenuti

L’ambito dei Disturbi Specifici di Apprendimento (comunemente detti DSA) è, in questo periodo storico, di grande attualità.

Siamo piuttosto convinti del fatto che gli strumenti compensativi e dispensativi (computer e softwere specifici, strategie e metodi di studio basati su mappe concettuali, etc.) dati attualmente in uso esclusivo agli studenti con segnalazione DSA diventeranno presto la consuetudine nel sistema educativo e scolastico italiano e non solo, poiché maggiormente in linea con l’evoluzione dei costumi sociali, tecnici e tecnologici della maggior parte delle persone al giorno d’oggi (citiamo solo l’uso crescente nelle aule dei dispositivi LIM – Lavagna Elettronica Multimediale).

Lontani dal voler assumere un giudizio di valore sull’argomento (era meglio prima… sarà meglio dopo…) ci limitiamo a prendere atto di come comunque, anche nel momento presente, la rilevanza dei temi dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento sia al centro delle discussioni e dei lavori degli organi politici e organizzativi di competenza.

Il Servizio DSA è rivolto a studenti di ogni grado che incontrassero difficoltà nei diversi ambiti degli apprendimenti (lettura, scrittura, calcolo, comprensione dei testi) e che, insieme alle loro famiglie, sentissero l’esigenza di un approfondimento diagnostico a riguardo; oppure a coloro che risultano già segnalati agli istituti scolastici e che necessitano di un trattamento specifico da parte di un Tutor in grado di fornire gli strumenti e le competenze adeguate alla corretta strutturazione di un metodo di studio efficace e strategico, in base alle proprie specifiche caratteristiche.

Ciò vale ovviamente per gli studenti ma vale, allo stesso modo, per le persone che affiancano bambini e ragazzi nello svolgimento dei compiti e nello studio (genitori, insegnanti, insegnanti privati, etc.) e che hanno bisogno di prendere dimestichezza con strumenti dispensativi, compensativi e strategie di studio, per molti spesso totalmente nuovi.

Il percorso di valutazione diagnostica si struttura attraverso la somministrazione degli strumenti testistici indicati nei protocolli normativi di riferimento redatti dal MIUR (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca), dalla Regione Emilia Romagna e dai tavoli di lavoro dedicati alla Dislessia e agli altri Disturbi Specifici (in particolare L 170/2010; Conference 2007; e norme regionali dell’Emilia Romagna).

La relazione di segnalazione, redatta in equipe con colleghi neuropsichiatri e logopedisti, potrà essere velocemente approvata dagli organi del servizio territoriale di competenza (U.O. N.P.I.A.) per poi essere presentata all’istituto scolastico frequentato.

Il servizio di Tutoraggio potrà essere invece strutturato e concordato in base alle diverse esigenze e alle diverse disponibilità con incontri settimanali, bisettimanali o mensili della durata massima di 1,5 ore continuative (ovvero 2 ore da 45 min.).

Come previsto dalle prassi procedurali lo psicologo sarà presente anche durante gli incontri con gli insegnanti, definiti con il termine di Gruppi Operativi, che si tengono presso gli istituti scolastici solitamente 2 o 3 volte nel corso dell’anno scolastico.

Ci teniamo a ricordare che anche qualora attraverso l’indagine diagnostica non si riscontrassero i presupposti per la segnalazione DSA, il Ministero, con una circolare di Marzo 2013, apre ai BES (Bisogni Educativi Speciali) per i quali possono essere previsti gran parte degli strumenti compensativi e dispensativi pensati per gli alunni con segnalazione DSA (CM n° 8 del 6 Marzo 2013).

Tel. 366.4614556

emanuelecananzi@gmail.com

Via Bologna 3/b, San Giovanni in Persiceto, Bologna.

Via Oreste Trebbi 14 - 40127 - Bologna (zona S.donato/ fiera - uscita 8 tangenziale)

P.IVA n° 03313361200

info

Lun-Sab. 8:00 | 20:00

A disposizione per ogni ulteriore chiarimento. Qualora fossi impossibilitato a rispondere lasciate un messaggio per essere richiamati.